Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Appunti di viaggio: l’incontro con Dario Bernazza

Dario Bernazza è un filosofo che ha passeggiato sul nostro pianeta durante il secolo scorso. E’ stato un maestro di vita con un approccio filosofico ed etico davvero speciale.

La sua è stata una vita di avventure. Orfano di madre a 4 anni. Richiuso in collegio a 11 anni. A 18 doveva scegliere se farsi prete o andare in guerra. Partì per la guerra! Fatto prigioniero, tornò a Roma alla fine del secondo conflitto mondiale.

Iniziò la sua straordinaria carriera come portiere di notte. Ebbe tanti amici durante le piccole ore: Socrate, Platone, Aristotele, Seneca e tantissimi altri straordinari uomini che hanno forgiato la nostra cultura occidentale.

Subito dopo avviò la sua attività imprenditoriale realizzando diversi negozi di articoli da regalo a Roma con grande successo. Intanto giunsero i suoi sessant’anni e decise di vendere tutto e scrivere “O si Domina o si è Dominati”.

Dario Bernazza e zio Mike

L’opera vinse subito il prestigioso Premio Selezione Bancarella. Da allora sono state vendute centinaia di migliaia di libri in tantissime edizioni da Mondadori, Partenone e, infine, Michele Tribuzio Editore. Una curiosità? Dario ha anche vinto il Festival di Sanremo del 1957, come autore!

Come ho conosciuto il grande Dario? E’ stata un’impresa!

Negli anni ’90 spesso pernottavo per esigenze logistiche al Forte Agip Hotel, oggi Holiday Inn, in autostrada Modena Nord. Un fresco mattino di settembre, mentre sorseggiavo un buon caffè al bar, notai la particolare copertina con un titolo molto accattivante e assertivo: “O si Domina o si è Dominati”.

Lessi il libro in un weekend e rimasi estasiato dai suoi straordinari, etici e pragmatici contenuti. Infatti, si riassumeva in una frase: “tu sei il successo, tu sei l’insuccesso… non ci sono alibi”. Contattai subito il numero riportato e lasciai un messaggio in segreteria. Nessuna risposta. Ritelefonai, ritelefonai… nessuna risposta.

Intanto, avevo notato la presenza di Dario al Maurizio Costanzo Show diverse volte. Passarono due anni. Settembre 1992, sempre allo stesso hotel trovo un altro bellissimo libro di Dario: “Vivere alla massima espressione”. Divorato anche il secondo libro, pensai che dovevo approntare una telefonata accattivante per suscitare il suo interesse tra le migliaia di lettori.

Riportai il testo della telefonata su un foglio e cercai di memorizzarlo per non leggere mentre telefonavo.

Risultato? Dario mi telefonò la mattina del giorno dopo! Due anni! Sì, due anni ho impiegato per entrare in contatto con una persona stupenda che ha cambiato radicalmente il resto della mia vita.

Infatti, ci incontravamo ogni 15 giorni. Tornando in Puglia dal Nord sceglievo il versante tirrenico per sostare a Roma. Dal ’92 al ’95, data della sua scomparsa, sono stati tre anni di incontri e continui confronti su tutte le tematiche dell’esistere.

Ricordo quando mi donò la possibilità di diventare suo editore e decise di scrivere le due ultime pagine del libro dedicandole alla nostra bella e reciproca amicizia.

Che palestra!

Prima vivevo stimolato in modo prioritario da successi professionali. Dopo, ho liquidato diverse società,cambiato lo stile di vita, migliorato i rapporti, già positivi, in tutto il contesto professionale e sociale.

Certo, l’opportunità di aver incontrato un mentore di tale spessore è stata forse la svolta più importante della mia vita.

Grazie Dario!

13 Comments

  • Giancarlo Iannelli
    Posted 11/06/2010 - 10:52

    per molti di noi, incontrare te è stata una svolta alle nostre vite! Ci vediamo fra pochi giorni a Roma e sempre grazie zio Mike :-))))))
    Gian

  • Katia
    Posted 12/06/2010 - 8:16

    Questo racconto, di un incontro così importante nella propria vita, mette in evidenza quanto sia indispensabile credere in se stessi, nei propri obiettivi ed essere determinati nel raggiungerli.
    “Siamo solo noi, che facciamo la differenza”
    Katia

  • DANIELA
    Posted 14/06/2010 - 15:36

    Ho letto anch’io Bernazza; è stato una persona straordinaria ; i suoi libri si leggono e rileggono senza sosta; sono fonte di ispirazione per me e fonte di miglioramento,
    DANIELA

  • Gian Andrea
    Posted 14/06/2010 - 20:05

    Dario, un amico per pochi, un grande che ha avuto il coraggio di scrivere cose scomode a molti, ma vere!
    Gian Andrea

  • zio Mike
    Posted 09/07/2010 - 20:18

    Grazie amici ed amiche!

    E’ bello condividere l’incontro con una persona davvero speciale come Dario Bernazza.

    Con stima.

    “zio Mike”

  • Dario
    Posted 21/07/2010 - 18:53

    Salve zio Mike!!!
    Ho seguito la riunione che si è svolta a Potenza ieri mattina nell’ufficio della nims. Quando hanno dato a lei la parola sono rimasto molto stupito dalla sua professionalità e passione che ha per quanto riguarda la vendita. Fino a domenica esisteva soltanto una persona che stimo moltissimo: il mio ex professore d’italiano, che più o meno ha una vita simile a Dario Bernazza. Da ieri si è aggiunta lei. Sicuramente sarà stato bellissimo e indimenticabile incontrare una persona che si apprezza moltissimo per le azioni che compie le quali piacciono a se stessi. Spero di rivederla di nuovo in qualche altra riunione e di ascoltare di nuovo la sua voce.

    Grazie ZIO MIKE!

    Arrivederla.

  • Ivana
    Posted 19/10/2010 - 10:47

    Il testo di quella telefonata…quali parole hanno richiamato l’attenzione del Signor Bernazza?
    Ecco…oggi cercavo una risposta ad un mio quesito e credo d’averla trovata proprio qui, tra le sue righe:…Dare voce ai nostri sogni…incessantemente!!!

    Grazie!!!

    Ivana

  • manuel
    Posted 24/11/2010 - 17:44
  • domenico creati
    Posted 04/12/2010 - 17:52

    ho letto tutti i libri di Dario Bernazza e ho avuto l’onore di conoscerlo di persona, Avevo 30 anni oggi ho 60 anni e credo che le letture consigliatomi da Bernazza mi hanno salvato la vita.

  • yoadris
    Posted 12/04/2011 - 9:51

    salve ho letto i libri di Dario Bernazza e sono andata in tutte le librerie per comprare i suoi libri. risposta non vengono più pubblicate le sue grande opere. come si fa a non pubblicare più i suoi preggiati libri. come posso far conoscere ad i miei amici questo grande uomo.

  • Franco
    Posted 30/12/2012 - 22:42

    Salve zio mike, con tanta simpatia ti mando un saluto, augurandoti un 2013 da 10 e lode. Ho il tuo DVD “il rappresentante eccellente” lo rivedo con tanto piacere. Voglio ricordare con tanto affetto “Dario Bernazza” , sono impazzito per trovare i suoi libri, mi hanno insegnato tanto e forse grazie a lui riesco a capire il piacere della lettura io che non avevo mai letto.
    I professori sono tanti, ma gli insegnanti sono pochi.

  • Paolo
    Posted 20/01/2015 - 0:21

    Anche io sono stato un grande ammiratore di Dario Bernazza, negli anni 80 sono stato in corrispondenza con lui ed ho tutti i suoi libri, alcuni con dedica personale. Ho trovato casualmente questo racconto di Michele Triburzio sul suo incontro con Dario, e l’ ho letto con una certa commozione. Grazie , se avete altre notizie su Dario, la sua famiglia etc. mi farebbe piacere leggerle

Scrivi un commento