Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Reportage dal Master Leader nella Vendita : il Protocollo Top Level

Il terzo step di questo bellissimo Master curato da Hi Performance si è tenuto nei giorni scorsi a Roma : dopo le fasi esplorative  arriva quella più “tosta”, l’applicativa del Protocollo Top Level, il metodo applicato alla Vendita.

Devo prima di tutto ringraziare ciascuno dei partecipanti per il personale apporto dato al

Master e, soprattutto, per avermi consentito di “entrare” nella propria vita personale e professionale attraverso questi giorni di reciproca conoscenza.

Professionisti ed imprenditori già talentuosi che credono fortemente nel valore della Form-Azione e con essa capitalizzano le proprie risorse personali.

La condivisione di questi momenti di studio si trasferisce in conoscenza del nostro vicino di “banco” per il quale ognuno ha potuto riportare un pensiero e commento sul foglio che lo rappresenta

Mi raccomando, i “compiti a casa” : chi ha partecipato sa a cosa mi riferisco …

Un ringraziamento speciale alla “nipotina” Francesca Rivelli, allieva e fotografa d’eccezione

ed alla guest star, Mara Santangelo

Ecco alcune testimonianze

“Ciao Zio Mike , 

Ti ringrazio per tutto quello che mi hai dato nei due giorni passati insieme . Sono state due giornate fantastiche e molto importanti per tanti spunti e particolari che molte volte vengono dati per scontati oppure vengono trascurati solo perché l’essere immerso nella routine di tutti i giorni ti porta solo al fare e non al pianificare o a lavorare su un metodo . 

Per cui mille grazie !!! ” di Luca Generali

Ragazzi, siete grandi! E ricordate… i soli artefici del vostro successo siete voi!

Con affetto

vostro “zio” Mike

P.s. Vi dedico i versi di questa bellissima e famosissima poesia dal titolo “Se”

Se saprai conservare la testa, quando intorno a te
tutti perderanno la loro e te ne faranno una colpa;
se crederai in te stesso quando tutti dubiteranno,
ma saprai capire il loro dubbio;
se saprai aspettare senza stancarti nell’attesa,
ed essere calunniato senza calunniare;
o essere odiato senza dare tu sfogo all’odio,
e non apparir troppo bello, né dire cose troppo sagge;

se saprai sognare senza fare del sogno il tuo padrone;
se saprai pensare senza fare del pensiero il tuo fine;
se saprai incontrare il trionfo ed il disastro
e trattare questi due impostori nello stesso modo;
se saprai sopportare di sentire le tue parole giuste
falsate da furfanti per ingannare gli sciocchi;
o vedere le cose per cui hai dato la vita spezzate,
e curvarti e ricostruirle con logori utensili;

se saprai fare un mucchio di tutte le tue vincite
e rischiarle in un giro di testa e croce;
e perdere e ricominciare da capo
senza fiatare sulle tue perdite;
se saprai forzare il tuo cuore, i nervi e i tendini
per assecondare il tuo volere, anche quando essi sono consumati;
e così resistere, quando non c’è più niente in te,
tranne che la volontà che dice loro: “tenete duro!”;

se saprai parlare alle folle e mantenerti virtuoso,
passeggiare con i re e non perdere la semplicità;
se né i nemici, né gli amici potranno offenderti,
se tutti conteranno, ma nessuno troppo;
se saprai riempire il minuto inesorabile,
dando valore ad ognuno di quei sessanta secondi;
tuo sarà il mondo e tutto ciò che esso contiene,
e, ciò che più conta, tu sarai un Uomo, figlio mio.

Rudyard Kipling

Leave a comment

0.0/5