Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Gli Alimenti – Ultimo Capitolo

Quest’ultimo capitolo rappresenta un po’ il sunto di quanto illustrato nei precedenti:

il concetto basilare è : BASTA CARNE E LATTE E LORO DERIVATI, si vive benissimo senza (anzi meglio) e personalmente ne sono la prova!

Ho abbandonato da anni questi alimenti, ed ho energia fisica che mi consente di far fronte a impegni lavorativi anche di molte ore al giorno.

Alla scelta per la corretta alimentazione, si aggiunge il rispetto per le vite degli animali a cui imponiamo un’indicibile ed inutile sofferenza, oltre tutto

inquinando ed impoverendo il nostro unico Pianeta

Attraverso la scelta dei giusti Alimenti, possiamo modificare non solo lo stato della nostra salute ma anche quella degli altri!

ULTIMO CAPITOLO

 

 

 La carne contiene forti quantitativi di acido urico, il quale è uno dei prodotti di scarto, di escrezione, dell’organismo, frutto del metabolismo delle cellule viventi.

I reni estraggono l’acido urico del sangue e l’inviano alla vescica perché esca con l’urina, ma se l’acido urico non viene rimosso prontamente e totalmente dal sangue, una parte di esso si deposita nei tessuti provocando poi l’insorgenza di gotta o di calcoli renali o vescicali.

reni

I malati di leucemia di solito presentano quadri ematici con alti livelli di acido urico. E’ un “sillogismo” che non dovremmo, quindi,tralasciare.
Una bistecca media contiene 0,90 grammi di acido urico; l’organismo riesce ad eliminare nel corso di una giornata circa, 0,5 grammi di acido  urico.
Pensate allora a chi consuma carne e derivati ogni giorno!!!

E che cosa credete che conferisce il sapore alle carne?
Appunto l’acido urico derivante dagli animali morti che mangiate.

Se ne dubitate provate a mangiare carne “kosher“, dovrebbe chiamarsi così, prima che sia stata insaporita mediante spezie.

L’animale che è stato macellato in questa maniera, produce una carne considerata  pura secondo il metodo ebraico, perché deve essere privata del sangue, quindi di gran parte di acido urico, ed è così che la carne priva di acido urico risulta insapore.
E’ proprio questa che volete introdurre nel vostro organismo?

Una sostanza che di norma viene eliminata dall’animale mediante l’urina e che, come abbiamo visto, dà sapore alla carne?

Come se non bastasse la carne pullula di batteri della putrefazione, germi che proliferano nel colon.

download (1)

Quando un animale è vivo il processo osmotico del colon impedisce ai batteri della putrefazione di penetrare in altre parti del suo corpo, ma quando l’animale muore il processo osmotico cessa ed i batteri migrano attraverso le pareti del colon ed invadono le carni rendendole più tenere.
Sapete benissimo che la carne deve essere fatta frollare,e a farla frollare sono appunto, immaginate chi?…: i batteri della putrefazione!!!

Ecco quanto dicono altri esperti a proposito:

I batteri presenti nelle carni sono affini e quelli che si trovano nel letame ed in certe carni fresche sono ancora più numerosi che nel letame fresco.
Tutte le carni vengono infettate da germi del letame quando l’animale viene ucciso, ed il loro numero aumenta quanto più a lungo la carne viene conservata.
E questo lo chiamate mangiare?
Tenete, tuttavia, presente che potete essere più sani e più felici di quanto lo siete attualmente se decidete di smettere di ingerire la carne e la pelle di altri esseri viventi, di questi cadaveri, appunto.

Sapete che cosa avevano in comune Pitagora, Socrate, Platone, Aristotele, Leonardo da Vinci, Newton, Voltaire, George Bernard Shaw, Beniamino Franklin, Thomas Edison, N. Gandhi?

Erano tutti vegetariani, non mangiavano cadaveri.

Personaggi che non costituiscono certo modelli negativi. Vi pare?

E’ giusto ora parlare anche dei latticini, e vediamo se questi possono andar bene.
I latticini sono forse meglio?

download (2)

Beh, da un certo punto di vista sono anche peggio.
Chi vuole procurarsi allergie deve bere latte.
Se si vuole intasare l’organismo si beva latte.

Pochi adulti riescono a metabolizzare le proteine del latte vaccino, la principale delle quali è la caseina.
I bambini e gli adulti incontrano molte difficoltà nella digestione della caseina.
Qual’é l’effetto principale che il latte ha sull’organismo?

Il latte ingerito diventa una massa mucillaginosa che si indurisce aderendo a qualsiasi altra sostanza che si trova nell’intestino tenue e

rendendo molto più difficile il funzionamento dell’organismo e quindi dell’intestino.
E il formaggio?
Non è altro che latte concentrato.
Tenete presente che per produrre un chilo di formaggio occorrono circa da 4 a 5 litri di latte, e già il contenuto di grasso del formaggio costituisce un valido motivo per limitarne l’ingestione.

Se proprio avete voglia di formaggio, tagliatene qualche pezzetto e aggiungetelo ad una insalatona.
E questa “ona”, questo termine in grande, spiega appunto della grande quantità del rapporto che ci deve essere fra formaggio e verdura.
In tal modo disporrete, in abbondanza, di un alimento ricco d’acqua che controbilancerà, almeno in parte, gli effetti intasanti del formaggio.
Per certuni rinunciare a questo è anatema, e troppi sono quelli che amano la pizza, e i formaggi fermentati (yogurt).
Yogurt?                                                                                                                                                                                                                                                                                                    Fa altrettanto male.
Gelato?

images (1)

 

Non è certo un alimento fatto per tenervi in ottima forma.
Questo non vuol dire che dobbiate per forza rinunciare a quei “meravigliosi sapori”, ma potete mettere delle banane gelate in un po’ di frutta                 ed otterrete qualcosa che abbia il sapore e la consistenza del gelato, ma che fa davvero bene all’organismo.

Quindi penso che sia venuto il momento di chiudere questa prima fase dello studio su una buona alimentazione per poter cambiare la nostra         vita, e allora vorremmo chiudere con una frase che ci possa far capire quello che dovrebbe essere il nostro metodo di alimentarci: ci vuole solo           un po’ di autodisciplina e neppure tanta, perché una volta che vi sarete liberati dalle antiche abitudini non tornerete più ad esse.
Ogni sforzo disciplinato comporta molteplici compensi.

Cominciate oggi stesso e la vostra esistenza cambierà per sempre.

Tanta buona salute a tutti dal vostro umile “zio Mike”.

Leave a comment

0.0/5