Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

S.o.s! Salviamo il pianeta e la nostra salute

Questa bellissima immagine è quella del nostro pianeta, scattata da apparecchiature NASA qualche mese fa.

Affascinante e maestosa, la Terra però, viene in ogni istante offesa, inquinata, devastata dai comportamenti dei suoi famelici abitanti: uomini e donne.

 

Mai come quest’anno, in questa lunghissima e torrida estate, il clima mutato ci sta mettendo  di fronte alle nostre responsabilità: l’emissione gigantesca e costante di C02 sta modificando le condizioni ambientali e climatiche sino a cancellare le stagioni intermedie ( tanto vitali per la rigenerazione e lo sviluppo dell’ambiente) per lasciare spazio solo a bollenti estati e rigidi inverni.

L’equlibrio del Pianeta dipende dai comportamenti quotidiani di ciascuno di noi!

 

Come? Presto detto.

Iniziamo dall’impatto ambientale dell’allevamento del bestiame per la produzione di carne e latte.

Sapevate che un litro di latte fresco pastorizzato in bottiglia PET ( ma anche in cartone) produce da 1,2 a 1,6 Kg di CO2? Il 60% di queste emissioni derivano dalla coltivazione degli alimenti e dall’allevamento delle vacche.

1 chilo di carne “costa” al nostro pianeta circa 20 kg di  CO2!

Eccovi un’illuminante tabella  riportata dalla Coop sul tema:

In testa alla classifica come meno impattanti sull’ambiente ci sono i nostri amici : FRUTTA – ORTAGGI- CEREALI! Fanno bene alla nostra salute e fanno bene all’ambiente.

Un recente articolo pubblicato sul quotidiano francese “Le Monde” cita uno studio della FAO ( Food and Agricolture Organization) secondo il quale le risorse idriche utilizzate per gli allevamenti animali sottraggono il bene più prezioso alle future generazioni: l’ACQUA!

Per la salvaguardia di tutte le risorse ma soprattutto per il mantenimento di una popolazione mondiale stimata nel 2050 in 9 miliardi di abitanti, gli studi prevedono un’alimentazione quasi totalmente vegetariana (finalmente!) per quegli anni.

Sapete quant’acqua occorre ( per tutti i processi necessari, dall’allevamento sino alla rivendita) per 1 chilo di carne?

15.500 litri!!! Sì avete letto bene, quindicimila.

Non credete che dobbiamo davvero contribuire tutti a modificare questo stato di cose?

Basta poco, per fare tantissimo.

Riduciamo i consumi di proteine animali ( fa bene anche e soprattutto alla salute, il Prof. Colin Campbell docet), riduciamo i consumi energetici ( meno uso di apparecchi elettrici, meno consumo di carburanti) e rispettiamo con un’attenta raccolta differenziata questo bellissimo pianeta di nome TERRA.

Un equlibrio delicato, ma possibile e necessario.

Michele Tribuzio

“zio Mike”

 

Leave a comment

0.0/5